Dormire sulla Grande Muraglia Cinese

Airbnb dà l'occasione unica di soggiornare su uno dei simboli della bellezza mondiale, ma poi è costretta a ritrattare

WhatsApp Share

Chi è che non desidera visitare la Grande Muraglia della Cina?
Proprio per la banalità della risposta a questa domanda, Airbnb, in collaborazione con il Comitato per lo sviluppo del Turismo di Pechino – almeno così era stato detto – aveva deciso di offrire la possibilità di prendere parte a un'esperienza unica di pernottamento in questo luogo, dentro questa meraviglia del mondo – insieme al Colosseo e al Taj Mahal, infatti, la Grande Muraglia è una delle sette meraviglie del mondo moderno.

L'opera architettonica, infatti, era stata inserita sul sito come opzione di alloggio temporaneo, anche se per effettuare una prenotazione si doveva rispondere a un concorso, scrivendo testi sull'abolizione delle barriere umane e culturali.
Lavorando insieme a gruppi di storici di conservazione – almeno così era stato detto –, il team di Airbnb aveva trasformato una vecchia torre di avvistamento della Grande Muraglia in una suite temporanea, completa di camera da letto, bagno, zona pranzo e una vista a 360° della muraglia e dell'incredibile ambiente intorno.

Questa location unica era stata creata per portare attenzione su questa immensa opera architettonica lunga 6.350 chilometri e attirare il turismo in Cina, ma Airbnb è dovuta tornare su sui passi quando, prima, sui social si è scatenata l'indignazione per lo scarso rispetto riservato al monumento e, dopo, il governo ha annunciato di non aver mai dato il suo appoggio a questo progetto – proprio tramite il Comitato per lo sviluppo del Turismo, tra l'altro.
Ovviamente, non è chiaro cosa sia successo, ma come si può leggere sulla pagina del sito, non è più possibile accedere a quella esperienza unica.