In Australia sta finendo l'acqua

Le città australiane si stanno avvicinando rapidamente al Day Zero, il giorno in cui l'ultima acqua si esaurirà

Con l'intensificarsi del cambiamento climatico globale, l'Australia è stata duramente colpita da un'ondata senza precedenti di siccità e carenze idriche. Sono oltre una dozzina le città dell'Australia orientale che sono colpite da questa problematica e le autorità affermano che potrebbero restargli solo pochi mesi prima di rimanere completamente senza acqua – il che, quindi, potrebbe avvenire prima della fine dell'anno, mostrando una realtà terrificante di un mondo che è davvero sull'orlo di un collasso ambientale.

Secondo Agence France-Presse, le fattorie sono già agli sgoccioli (molti contadini hanno deciso di non piantare niente quest'anno), i negozi stanno chiudendo e le persone sono seriamente preoccupate per la loro sopravvivenza. Se non bastasse la mancanza di piogge e il caldo intenso e prolungato, ci si mettono anche i grandi incedi a consumare incredibili quantità di acqua.

Gli scienziati affermano che le condizioni meteorologiche estreme sono esacerbate dai cambiamenti climatici, checché ne dica (e ne abbia detto in passato) il governo che, «ansioso di sostenere l'enorme settore minerario e la possibilità di esportare il carbone del paese, ha respinto gli appelli affinché la lotta ai cambiamenti climatici costituisse una priorità, poiché questo avrebbe minato la crescita economica». Il risultato è che ora si deve correre ai ripari per rispondere alla crisi esplosa improvvisamente, con trivellazioni, nuove conduttore, dighe e altre metodologie di recupero idrico.

Le autorità australiane non possono aggiustare il clima, ma devono comunque muoversi perché è in gioco davvero molto in questa crisi: tutto, dalla salute all'economia del paese, potrebbe collassare insieme all'ambiente.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER