Estate, a Cervia la spiaggia piu’ ‘smart’ d’Italia

Condividi questo articolo:

Concluso il progetto che ha portato reti gas, acqua e fibre ottiche sulle spiagge di Cervia. I turisti di 223 bagni potranno contare su servizi piu’ sicuri, wi-fi gratuito e acqua di rete refrigerata gasata

Maggiore qualità dei servizi di bar e ristorazione e miglioramento della sicurezza complessiva grazie anche all’eliminazione delle bombole a gas, oltre al nuovo servizio, a valore aggiunto per i turisti, della fibra ottica che consente internet veloce in spiaggia. Queste le caratteristiche del progetto dedicato agli stabilimenti balneari della riviera cervese, la cui realizzazione si è conclusa nelle scorse settimane.

Grazie all’investimento complessivo di 1.670.000 euro da parte di Comune di Cervia, Gruppo Hera e Cooperativa Bagnini Cervia, si è conclusa la posa di nuove reti per il gas, l’acqua e il cavidotto per la posa delle fibre ottiche, nella fascia costiera retrostante i 223 stabilimenti delle località turistiche di Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata. Si è trattato di un intervento complesso, avviato a marzo 2010, suddiviso in tre diversi stralci, realizzati uno di seguito all’altro: prima 55 stabilimenti di Pinarella e Tagliata, poi i 64 stabilimenti di Cervia e ora la conclusione del progetto con gli 84 stabilimenti di Milano Marittima. In tutto sono stati stesi oltre 8 km di reti gas, 9 Km di reti acqua e 8 km di fibra ottica. Il programma dei lavori è stato pianificato da Hera, responsabile del progetto, con la Coop Bagnini che ha avuto cura di definire il numero dei soggetti interessati all’intervento di realizzazione delle nuove reti, tra i quali è poi stata suddivisa la spesa a carico della Cooperativa. Hera, oltre ad aver sostenuto economicamente una parte del progetto, ha applicato lo sconto del 20% sul costo degli allacci agli stabilimenti balneari che hanno richiesto, durante la posa della rete, sia l’allaccio del gas che quello dell’acqua. Attualmente sono stati eseguiti 172 allacciamenti alla rete gas, 196 a quella idrica e 200 alla fibra ottica.

I turisti che quest’estate affolleranno gli stabilimenti balneari cervesi, potranno navigare in rete grazie al progetto wireless “Galileo”, sempre frutto della partnership fra Cooperativa Bagnini Cervia, Acantho (società del Gruppo Hera) e Comune di Cervia. Gli ospiti della località romagnola potranno accedere ad internet gratuitamente, sotto l’ombrellone, con pc portatili e smartphone, grazie alla più vasta copertura wireless di una zona balneare italiana: 9 km di costa ininterrotti. La WiFi zone è stata realizzata attraverso l’installazione di hot spot, apparecchiature radio collegate alla rete in fibra ottica Acantho, negli stabilimenti balneari grazie ai cavidotti dell’illuminazione pubblica. L’accesso alla connessione è stato studiato per coniugare la massima semplicità, con un congruo livello di sicurezza. Ad ogni utente viene assegnata una card contenete un codice d’accesso. Una volta acceso il dispositivo (pc o smartphone), occorre selezionare la connessione “Galileo”, che apparirà automaticamente fra quelle disponibili, e selezionare una qualsiasi pagina web da visitare. La scorsa estate il progetto ha esordito con 700 utenti in più rispetto alle aspettative iniziali: sono state distribuite 11.284 card e si è registrata una media mensile pari a 2.350 naviganti. Le registrazioni sono state 9.400, quasi 67.000 le ore di servizio erogate e 24 minuti la durata media dei collegamenti. Da quest’anno sarà inoltre possibile accedere al portale www.galileocervia.com e utilizzare l’App Galileo con smartphone e tablet, per conoscere gli eventi in programma nella costa cervese.

Grazie ad un erogatore, collegato alla rete idrica dell’acquedotto, che distribuisce acqua refrigerata, filtrata senza l’aggiunta di alcun trattamento, lo stabilimento può sempre mettere a disposizione acqua fresca nella doppia versione liscia e gassata, senza bisogno di ricorrere a stoccaggi e, soprattutto, evitando lo smaltimento dei contenitori vuoti. I clienti perciò beneficiano di un servizio, promosso in partnership con Adriatica Acque, che è loro offerto ad un costo notevolmente inferiore rispetto all’acquisto delle normali acque in bottiglia ed ha ricadute positive dal punto di vista ambientale. Infatti durante la stagione balneare (da maggio a settembre) uno stabilimento con 100 ombrelloni consuma mediamente 50.000 bottigliette d’acqua da 500ml. Con il nuovo progetto, il medesimo stabilimento eviterà annualmente l’utilizzo di circa 1 tonnellata di plastica e 2.000 litri di petrolio per la produzione di bottiglie, oltre a quasi 4 tonnellate di emissioni di CO2 nell’ambiente per la loro produzione e relativo trasporto.

A questo proposito Danilo Piraccini Presidente della Coop Bagnini di Cervia ha dichiarato:”Il progetto infrastrutturale, fortemente voluto e sostenuto da tutti i soci imprenditori della Coop Bagnini, è giunto a termine. Ora al nostro sistema sarà erogata acqua potabile in quantità e gas metano, elementi indispensabili per lo sviluppo delle imprese. Sul fronte della sicurezza e della qualità abbiamo recuperato un gap insostenibile. Con Galileo Cervia WiFi abbiamo affrontato la sfida dell’innovazione tecnologica a favore del turismo, un risultato che contribuirà nella competizione con le spiagge più affermate d’Italia. Galileo Cervia WiFi è già realtà, ma noi dobbiamo continuare ad allargare gli orizzonti. Con il completamento del cablaggio delle fibre ottiche su tutta la spiaggia di Cervia, si realizza un’autostrada tecnologica. Ora i futuri progetti e le nuove opportunità potranno viaggiare e diffondersi nei mercati turistici anche internazionali”.

Tiziano Mazzoni, Direttore Hera per il territorio di Ravenna ha aggiunto: “Hera è un’azienda che coniuga, nei servizi che eroga ai propri clienti, esperienza ed innovazione e per questo siamo stati particolarmente lieti di aver contribuire economicamente e diretto la realizzazione dei lavori di un progetto ambizioso e al momento unico, come questo che ci vede impegnati a fianco di Comune e Cooperativa Bagnini.”

Il Sindaco di Cervia Roberto Zoffoli ha concluso: “Più sicurezza, più servizi, più qualità: queste le parole d’ordine all’origine dell’investimento fatto sulla spiaggia di Cervia. Con la conclusione del terzo stralcio dei lavori che hanno interessato tutti i 9 chilometri di costa cervese, oggi la nostra spiaggia si conferma una delle più attrezzate e all’avanguardia non solo in Italia. Va inoltre applaudita l’iniziativa del portale di Galileo che, oltre ad arricchire la nostra offerta turistica complessiva, rappresenta una ulteriore opportunità di promozione turistica. È questo un atto concreto per ribadire che a Cervia con l’innovazione continua contrastiamo la crisi e la concorrenza”. (com)

Questo articolo è stato letto 2 volte.

Cervia, costa, estate, mare, spiagge Italia, spiaggia Cervia, vacanze, viaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net